Calciomercato Roma, la situazione terzini

Mentre tutta la squadra si gode le “meritate” vacanze, il DS Monchi lavora incessantemente per risolvere i problemi legati alla rosa a disposizione di Di Francesco. La zona che più crea grattacapi allo spagnolo è quella chiaramente relativa ai terzini destri.

Bruno Peres è ormai ai margini della rosa, le ripetute bocciature di Spalletti prima e di Di Francesco poi hanno messo il brasiliano sulla lista dei partenti già a gennaio. Per il numero 25 gli interessamenti non mancano, su tutti il Benfica intenzionato a prendere il giocatore con un prestito con diritto di riscatto, la Roma vuole l’obbligo fissato a 9/10 milioni. Oltre ai portoghesi nelle ultime ore si è registrato anche l’interessamento del Galatasaray che però non ha ancora presentato un’offerta ufficiale, il club turco sembra comunque disposto a trattare su una base di prestito con diritto di riscatto fissato a 9 milioni.

Una volta piazzato Peres, Monchi dovrà muoversi per portare a Trigoria il suo sostituto. Tra questi il classe 97′ del Cluj Cristian Manea che tra l’altro ha lo stesso procuratore del figlio di Di Francesco e di Lobont, al momento però la Roma non si è mossa in questa direzione. Una trattativa comunque molto difficile in quanto anche il direttore sportivo del club romeno, Bogdan Mara, ha palesato l’intenzione di tenere Manea in patria almeno fino a giugno.  Altro profilo interessante è quello di Diogo Dalot, terzino del Porto B. Altra trattativa difficile in quanto il calciatore ha nel suo contratto una clausola rescissoria di 20 milioni di euro, Monchi proverà ad improntare la trattativa sulla base di un prestito con diritto o obbligo (a cifre ragionevolmente più basse) di riscatto. Tra oggi e domani comunque si avranno novità importanti sulla trattativa Aleix Vidal. Lo spagnolo è il pupillo di Monchi e lo porterebbe molto volentieri nella capitale, la trattativa rimane però molto difficile per il semplice fatto che il terzino di proprietà del Barcellona appare molto vicino al ritorno al Siviglia di Montella.

Tutti questi calciatori andrebbero a ricoprire il ruolo di riserva del terzino destro titolare, che rimane Karsdorp, sarebbe quindi un rinforzo che al ritorno dell’olandese si ritroverà stabilmente alle sue spalle. Proprio per questo motivo Matteo Darmian rimane un profilo molto lontano. Per lui nulla di concreto, l’apprezzamento c’è ma non ci sono stati passi concreti verso l’ex Torino considerando appunto l’esigenza di una riserva cercata da Monchi che andrebbe in conflitto con il desiderio di Darmian di giocare da titolare.

Gianmarco Ricci

 

The following two tabs change content below.

Gianmarco Ricci

Studente in Scienze della Comunicazione presso Roma Tre, sostenitore della Roma, appassionato di stampa e calcio argentino.

Ultimi post di Gianmarco Ricci (vedi tutti)